27th

Un esempio? Loris Degioanni

0

Mi spiace scrivere con questo ritardo della bellissima notizia che ho ricevuto la settimana scorsa da Loris Degioanni, CEO di CACETech.

Loris ha scritto l’email che trovate poco più sotto per informare gli amici dell’avvenuta exit della sua azienda, rilevata da un importante player del mondo del networking quale Riverbed

Perché parlo di esempio? perché Loris è un ragazzo perbene che ha basato la sua carriera su competenze reali e difficilmente copiabili, ha preso il coraggio a due mani ed è partito in America per soddisfare il suo sogno, ha continuato a mantenere lo sguardo verso l’Italia (moltissimi dei suoi collaboratori sono italiani), ed oggi è riuscito in ciò che desidera ogni imprenditore moderno: portare la propria azienda ad una exit di successo.
Spesso, invece, anche nel mondo del lavoro capita di incrociare tantissimi squali e tantissime persone dotate semplicemente di una grande capacità di comunicare bullshit.
Loris è l’esatto contrario.

Penso a quando nel 2002 lavoravo presso un’azienda di Milano (Sysint, poi rilevata da Beta80) allo sviluppo di uno dei primi hot spot WiFi dotati di Captive Portal e a quanto mi siano serviti WinpCap e Ethereal (oggi WireShark) per quel lavoro. Ebbene, quei software erano opera sua e dei suoi collaboratori e del gruppo di studenti del politecnico di Torino che ci lavoravano sopra (non sono così dentro la loro storia per ricostruirla perfettamente, spero di non fare errori).

WireShark

Ricordo quando ho conosciuto Loris a Stanford per il gran finale di Mind The Bridge e ci siamo trovati a parlare con entusiasmo dei loro prodotti, lui artefice e noi (io e Daniele) early adopters.

Spero di potergli fare i complimenti di persona al prossimo Venture Camp del Mind The Bridge ( qui la terrificante agenda che Marco, Alberto & Co sono riusciti a creare per l’evento ).
Loris è dato ancora in dubbio (immagino quanto lavoro ancora in questi giorni).
Io ci sarò.

Ecco il testo dell’email:

Dear friends,
I’m writing to share an important and exciting event: the bunch of Italians in Davis just got their first exit under their belt!

CACE Technologies, the startup I founded, has been acquired today by Riverbed (NASDAQ:RVBD), a computer networking company with headquarters in San Francisco. Riverbed’s main focus is WAN optimization, but the company is aggressively moving into the network management space; CACE’s people and technology will be an instrumental part of the move.

This milestone is an amazing reward for the last five years of hard work. During this time, CACE went from a two-person team doing consultancy in an attic to a motivated group of 30 people (many of whom are from Italy) that brought several world-class products to the market. I am grateful to these people, and I am particularly proud of this milestone because it is a life-changing event not only for me, but for everyone at CACE. We will now join the ~1500-person Riverbed work force, and we will have the resources and the incentives to conquer the network management market.

Building my own company has been an incredible roller coaster ride that required a lot of energy and changed me profoundly. I have to say, it was absolutely worth it.
Loris

Press release here: http://www.riverbed.com/us/company/news/press_releases/2010/press_102110.php

Tags: , , , , ,

Post correlati

ott 27th by marcelloorizi Continue Reading
21st

Un resoconto della finale

4

Come promesso, ed in attesa di condividere i video delle presentazioni fatte dalle singole aziende, vi raccontiamo la nostra personale esperienza alla finale del Mind The Bridge.

Giovedì mattina (sera per voi), ci siamo alzati ed abbiamo gestito, prima di tutto, la parte italiana del nostro lavoro.
Ci sarebbe molto da dire, ma sarebbe fuori tema.
Quindi, di nuovo a lavorare sulla presentazione perché non capivamo come mai, con Office per MAC, una volta riaperta i video partissero malissimo.
Un po’ di nervosismo, anche fra me e Daniele sfociato come sempre fra di noi in un “ma vai che sei …” a sdrammatizzare tutto.

Poi, ultime prove. I 5 minuti da rispettare. Cosa lasciare dentro e cosa togliere. Sembra facile, ma è un lavoro di sintesi molto delicato e da ritagliare sull’audience dell’evento.

Fatte un paio di prove, di cui una anche al mattino sotto la doccia ma senza slide.
;-)
Continua a leggere

Tags: , , , , , , , , , ,

Post correlati

mar 21st by marcelloorizi Continue Reading
15th

Roadshow. Una settimana tutta di un fiato!

4

Otto e mezza di sera, io scrivo sotto le coperte mentre Daniele russa che è una meraviglia nell’altro letto.
Meno male che ero stato io a dire che stasera non avrei cenato e sarei andato direttamente a letto.

Siamo stanchi, questa è la verità.

Daniele dirà di no, che io sono vecchio ma intanto questo post dimostra tutta la verità.
;-)

Questo mese che è appena passato è stato davvero intenso, ricco di momenti spettacolari, incontri con persone davvero troppo in gamba (ciao ancora ragazzi del BEST), difficoltà inerenti il nostro business che crediamo di avere definitivamente superato.
(A proposito, avete letto il nostro executive summary? Che ne pensate?)
Ci siamo esaltati quando abbiamo percepito nelle persone con cui parlavamo che l’idea alla base di WhereIsNow – rendere qualunque informazione digitale autoaggiornabile – fosse davvero originale e risolvesse una reale esigenza.
Abbiamo speso una marea di energie psico fisiche. Tutto il santo giorno parlando di questo, una specie di corto circuito mentale!!!

E adesso? adesso dovremmo dare il meglio di noi. Non si dice che quando il gioco si fa duro, i duri iniziano a giocare?
Continua a leggere

Tags: , , , , , ,

Post correlati

mar 15th by marcelloorizi Continue Reading
13th

Mind The Bridge, ci siamo quasi.

0

Eh si, il tempo qui vola ad una velocità pazzesca.
La settimana prossima ci sarà la Gran Finale.

Di seguito potete trovare l’executive summary di ciascuna delle aziende finaliste:
Echolight (Medical devices for osteoporosis diagnosis)
Fluidmesh Network (Wireless video surveillance)
WhereIsNow (Auto updating document management software)
TripShake (Social marketplace for travel)
VRMedia (Augmented reality systems for remote maintenance)

E qui trovate il programma completo.

Non male poter presentare la propria azienda in un evento organizzato alla Stanford University.
;-)

L’adrenalina inizia a salire!!!

Fate il tifo per queste cinque aziende italiane che cercheranno di far fare una bella figura a tutto il nostro giovanissimo ecosistema di startup italiane.

Foto presente sul sito web della Stanford University

Foto presente sul sito web della Stanford University

Tags: , , , , , , , , ,

Post correlati

mar 13th by marcelloorizi Continue Reading