21st

Coworking: Co…ntacts & Co

2

Bel titolo, non sono proprio in forma
:-(

Ma mi serve per comunicare che Prossima Isola ha aderito alla rete Cowo.
Cosa significa tutto ciò? E perché lo abbiamo fatto?

Breve riassunto.
In questi mesi estivi non abbiamo alimentato il blog non solo perché ci siamo goduti le meritate vacanze (2 settimane), ma anche e soprattutto perché abbiamo portato a compimento la ristrutturazione del nuovo ufficio di Prossima Isola e il successivo recentissimo trasloco.
Daniele ha girato come una trottola fra elettricisti, idraulici, architetto, banca, parenti, amici e chi più ne ha più ne metta, ed alla fine è riuscito a fare terminare i lavori con un ritardo “accettabile”.
Il nuovo ufficio infatti è di sua proprietà o, come preferisce sottolineare lui, della banca per i prossimi 25 anni. E lo ha reso disponibile per Prossima Isola.

Ha fatto un grandissimo lavoro. L’ufficio è molto bello (nei prossimi giorni pubblicheremo delle foto) e soprattutto spazioso.
Appunto… spazioso. Che farcene di tutto lo spazio che abbiamo a disposizione? E qui viene fuori l’idea del coworking.

Coworking.
L’anno scorso, infatti, avevamo conosciuto Massimo Carraro, il responsabile del network Cowo, al Venture Camp di Mind The Bridge. In quella occasione, Massimo ci aveva parlato di questo progetto e noi lo abbiamo trovato veramente interessante.
Mai avremmo però pensato che un anno dopo avremmo aderito come ente ospitante di uno dei punti cowo italiani.
Di seguito una frase presa dal sito del Cowo, che spiega i vantaggi di diventare un ente ospitante coworking:
“Hai un ufficio? Hai qualche scrivania libera? Allora perché non provi a guadagnare qualche euro con il Coworking? E’ anche un modo per avere contatti professionali nuovi e stimolanti”

Il nostro Cowo.
Dal mese di Ottobre sarà possibile affittare una postazione tutta per se, dotata di ogni confort e senza le noie derivanti dal dover gestire le diverse utenze (pulizie, energia elettrica, ADSL, ADSL di backup, acqua, riscaldamento, condizionamento ).
Il tutto, soprattutto, in un ambiente dove circolano idee e contatti.
In questo blog abbiamo sempre detto che è dal confronto e dalla contaminazione fra diverse discipline che nasce l’innovazione.
Ebbene, per noi anche aderire al COWO è un segno che crediamo in tutto questo.

Ti aspettiamo.

… ovviamente l’invito è per coloro che lavorano a Sassari o per quelli che, durante le ferie estive in Sardegna, non trovano niente di meglio che trovare un ufficio dove lavorare.
:-)

P.S.:
Maggiori informazioni sul Coworking

P.P.S.:
Prossima Isola su Google Places: l’aggiorneremo con le foto nei prossimi giorni.

P.P.P.S:
Daniele, nei prossimi giorni, descriverà con maggior dettaglio le fatiche e la soddisfazione nel ristrutturare un luogo che per lui ha una valenza particolare.

Tags: , , , , , ,

Post correlati

set 21st by marcelloorizi Continue Reading
15th

Si può creare ricchezza solo se ci si confronta

1

Bella li, adesso pontifichiamo pure.
Il blog ci sta proprio dando alla testa.
:-)

Il titolo è il frutto del mio viaggio di ieri a Pula per assistere allo splendido seminario sull’Internet Of Things che ha avuto, fra i suoi relatori, Leandro Agrò e Roberto Ostinelli di Wide Tag.
Personaggi molto carismatici che hanno trovato nella platea di menti sarde un buon auditorio e credo anche una possibile spalla per creare in Italia un polo tecnologico che si occupi di Internet Of Things, che possa cioè intercettare questa nuova onda che sta già passando sopra di noi.
Un mio tweet di ieri, riassuntivo soprattutto della prima presentazione fatta da Leandro diceva:
“Conigli, palle, sedie connesse a internet. Per farci cosa? Alla creativitá italiana la risposta #3rdwave”

E credo riassuma bene l’opportunità.
IoT: Internet delle cose, cose connesse alla rete, miliardi di possibili terminali, cose tangibili come un coniglio finto, una palla o una sedia che però possono parlare fra di loro e con l’uomo
Per dirsi cosa? Per fare cosa?
Esattamente in questa risposta sta la necessità di creare un sistema di eccellenze che sfruttino la creatività (e anche il buongusto) tipicamente italiana, per reinventare gli oggetti e suggerirne nuovi utilizzi.

Internet Of Things

Internet Of Things

Potenzialità enorme per la nostra nazione che può essere ottenuta solo con un grosso sforzo collettivo che dovrebbe vedere insieme imprese tecnologiche innovative, imprese di servizi, designers, comunicatori e… politica.
Continua a leggere

Tags: , , ,

Post correlati

apr 15th by marcelloorizi Continue Reading
05th

Effetto domino

0

In questi giorni abbiamo ricevuto tantissimi complimenti ed incoraggiamenti ad andare avanti. C’è chi ci ha proposto interviste e chi vuole aiutarci con una sponsorizzazione. A tutti va il nostro doveroso grazie.
Riflettevo inoltre su quante persone abbiamo conosciuto in questo primo anno da imprenditori e sulle modalità che ci hanno portato a conoscerle. Tutte persone che oggi ci stanno aiutando in mille modi.
Ebbene, ci siamo resi conto che quasi tutto lo dobbiamo al fatto che siamo riusciti a tenere vivi dei contatti che all’inizio potevano sembrare distanti e alla generosità di tutte queste persone.
Non facciamo i nomi per non dimenticare nessuno.
Moltissimi di questi contatti sono stati presi durante il corso imprenditoriale tenuto da MetaGroup a Sardegna Ricerche, lì abbiamo conosciuto Emil Abirascid che ci ha fatto conoscere il network startUp&business ed invitato alle edizioni di Smau 2009 di Bari e Milano. Sempre grazie a Sardegna Ricerche siamo stati al Cebit ad Hannover con altre aziende sarde con le quali tuttora collaboriamo. In queste occasioni abbiamo sentito parlare di eventi come MindTheBridge e MobileMonday e siamo andati pure lì. Questa rete di contatti si è rafforzata ed allargata su Internet fino ad essere invitati quale unica startUp a tenere un talk al primo CloudCamp italiano, tenutosi a Milano a Settembre alla Bocconi. Per non parlare dei contatti su Twitter e LinkedIn che ci hanno permesso di tenerci aggiornati sugli eventi e di creare occasioni di business, ad esempio, con aziende toscane e venete. Grazie dunque a tutte le persone che sono state parte di questo domino e ad Internet che ci permette ogni giorno di non sentirci isolati nemmeno nella Prossima Isola.

P.S.: ho scritto questo post usando l’applicativo WordPress for BlackBerry sviluppato da Danais, un’azienda conosciuta in uno di questi eventi.
;-)

Tags: , ,

Post correlati

gen 05th by marcelloorizi Continue Reading