15th

Roadshow. Una settimana tutta di un fiato!

4

Otto e mezza di sera, io scrivo sotto le coperte mentre Daniele russa che è una meraviglia nell’altro letto.
Meno male che ero stato io a dire che stasera non avrei cenato e sarei andato direttamente a letto.

Siamo stanchi, questa è la verità.

Daniele dirà di no, che io sono vecchio ma intanto questo post dimostra tutta la verità.
;-)

Questo mese che è appena passato è stato davvero intenso, ricco di momenti spettacolari, incontri con persone davvero troppo in gamba (ciao ancora ragazzi del BEST), difficoltà inerenti il nostro business che crediamo di avere definitivamente superato.
(A proposito, avete letto il nostro executive summary? Che ne pensate?)
Ci siamo esaltati quando abbiamo percepito nelle persone con cui parlavamo che l’idea alla base di WhereIsNow – rendere qualunque informazione digitale autoaggiornabile – fosse davvero originale e risolvesse una reale esigenza.
Abbiamo speso una marea di energie psico fisiche. Tutto il santo giorno parlando di questo, una specie di corto circuito mentale!!!

E adesso? adesso dovremmo dare il meglio di noi. Non si dice che quando il gioco si fa duro, i duri iniziano a giocare?

Questa settimana avremo una serie di incontri tutti interessanti.
Si inizia domani con un incontro di training con le persone di Mind The Bridge e tutte le altre aziende finaliste.
Incontro che ci farà saltare la partita di NBA Golden State Warriors – Los Angeles Lakers per la quale, appena arrivati, avevamo prenotato i biglietti che vedete nella foto seguente.

Warriors - Lakers Non possiamo andare a vedere la partita :-(

Warriors - Lakers Non possiamo andare a vedere la partita :-(

Martedì passeremo la giornata a migliorare la presentazione e Mercoledì avremo due incontri con VC e Business Angels e soprattutto la possibilità di presentare la nostra idea in Google: io e Daniele avremo una mezzora per raccontare la nostra storia e portarci via tutti i feedback di questo mondo e, visto che siamo in Google, anche quelli degli altri mondi!!!
Giovedì gran finale a Stanford. Forse ancora non ci siamo resi conto di questa cosa: poter esporre la propria idea imprenditoriale nell’Università regina dell’imprenditorialità. Cercheremo di esserne all’altezza!!!

Infine Venerdì giornata con un’altra presentazione al PnP, corsi di formazione e incontri istituzionali.

Cosa chiedere di più? un po’ di energie in più. E anche un po’ di quella sana carica di adrenalina che ci ha sempre permesso di fare più di quanto saremmo stati capaci di fare altrimenti fino ad oggi.
Il periodo non sta finendo, sta semplicemente iniziando.
;-)

Ma per iniziarlo nel migliore dei modi abbiamo bisogno di una mano da parte vostra.
Lasciateci nei commenti una formula magica che ci aiuti a dare il meglio di noi stessi, o diteci il vostro segreto.

Che ne dite di questo suggerimento che mi ha mandato Matteo Cantarelli, nel quale in realtà Matteo faceva riferimento a Steve Jobs ?
“Learn what you have to say by heart and maniacally prepare every detail. Iterate. Then act as if you’ve never done it.”

Share and Enjoy: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • Digg
  • del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Facebook
  • LinkedIn
  • TwitThis
  • Google Bookmarks
  • MySpace
  • YahooMyWeb
Tags: , , , , , ,

Post correlati

mar 15th by marcelloorizi

4 commenti

  1. Sono daccordo con il consiglio di Matteo, vi avrei consigliato la stessa cosa.
    Quello che nella comunicazione è una “legge” e che mi ha insegnato la mia professoressa di Inglese all’università è “Non dare mai niente per scontato, non pensare che chi ti ascolta capisce automaticamente cosa vuoi dire. Spiega e dici tutto come se chi ti sta ascoltando è completamente ignaro dell’argomento e tu devi trasmettergli tutta la tua informazione”.
    Mi è sempre servito, tutt’ora lo tengo sempre a mente e spero che serva anche a Voi. Ma partite da una certezza, dall’altra parte dell’oceano c’è tantissima gente che crede in voi. In c..o alla balena., in bocca al lupo etc..etc…etc…


    Rita



  2. Forza ragazzi, pensate a tutto quello che siete riusciti a fare fino a questo momento!Il resto sarà una passeggiata!
    Fatevi valere!
    In bocca al lupo!!!!!!!!!


    Antonella



  3. Il fatto di dover vivere “due mondi” parallelamente stanca parecchio. Io finivo le giornate stremato. Sapere che al risveglio l’Italia ha già “vissuto” oltre mezza giornata, cosa che si trasforma in mail a cui rispondere e “to-do” da aggiungere alla lista è molto pesante… Ricordo che non vedevo l’ora fossero le 13-14 in modo da poter vivere appieno solo un “mondo” :-)


    Luca



  4. Attualmente molte problematiche legate al lavoro devono essere risolte con fatica e tempo. WhereIsNow non è uno strumento definito e “finito” ma una soluzione che funziona e che si adatta al problema da risolvere, per sempre. Una soluzione intelligente a cui, con il tempo, si sarebbe forse arrivati in ogni caso. Ma ci siete arrivati prima voi e quindi…a chi vi segue la fortuna di essere dei vostri ;)
    (presuntuosa al punto giusto?) un abbraccio fortissimo, spaccate!!! :) ))


    Serena



Leave a Reply