18th

Una Silicon Valley altrove? “Caos e Talenti”

0

Oggi ho ricevuto numerosi input che mi hanno fatto ripensare all’ormai quasi inflazionato argomento “è possibile replicare il modello Silicon Valley” da altre parti nel mondo?
(Ne avevamo provato a parlare timidamente anche su questo blog in merito ad una ipotetica Silicon Valley in Sardegna.)
Ringrazio infatti Leandro Agrò per aver condiviso sul gruppo di Facebook “Ride the Wave to San Francisco” creato da Massimo Sgrelli, questo post del 2006 a firma di Guy Kawasaki.

Suggerisco a chi è interessato all’argomento, di leggere attentamente questo articolo perché contiene moltissimi spunti, molto stimolanti e per nulla scontati.
Che ne dite ad esempio del fatto di evitare di creare un fondo di VC, o di evitare la detassazione?
Posizione per niente scontata e che, di fatto, annienta un po’ tutte le posizioni che si basano su un masterplan governativo che stimoli la creazione di una nuova Silicon Valley dall’alto.
Credo che in tutto l’articolo si evidenzi anche una diversa concezione della società fra gli americani e gli europei.

Ma quello che voglio evidenziare è che alla fine la ricetta pare una sola: “attirare talenti affamati” in un ambiente che sia stimolante, e credere che questi talenti siano capaci, attraverso il caos di relazioni che si vengono a creare, di dare risposte a problemi non ancora risolti o prossimi a essere riconosciuti tali.

Caos generato da talenti che secondo me è ben rappresentato da ciò che mi pare essere successo alla startup weekend a Milano questo fine settimana (mi mangio le mani per non aver partecipato).
Imprenditori, esperti marketing, legali, designer … che si sono sfidati per tirare fuori delle idee, abbozzare demo, delineare un business plan, effettuare un pitch tutto nel corso di un fine settimana.

Caos e Talento … materia in cui noi Italiani siamo maestri da secoli.

Se solo ce lo avessero detto prima
:-)

Share and Enjoy: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • Digg
  • del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Facebook
  • LinkedIn
  • TwitThis
  • Google Bookmarks
  • MySpace
  • YahooMyWeb
Tags: , , ,

Post correlati

ott 18th by marcelloorizi
15th

Un euro lordo

0

Post triste, anzi tristissimo perché riguarda la mia Sassari.

La facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università Sassari ha pubblicato 2 bandi per “insegnamenti vacanti” il cui compenso sarà 1 euro lordo.
I dettagli li potete trovare qui, nell’articolo pubblicato dal quotidiano La Nuova Sardegna.

Cosa dire? Che è sempre più dura per chi prova a fare andare avanti questo paese, che non riesce a distinguere sugli investimenti giusti e quelli sbagliati, che è dissanguato dagli interessi di molti (e dico molti, perché oramai anche il modo di dire “interessi di pochi” secondo me non ha più senso).
Se penso ai nostri soldi che si sono spartiti ad esempio in occasione del terremoto e del G8, e poi penso che a dei laureati di valore (possibili professori universitari) viene imposto di lavorare gratis, mi viene semplicemente rabbia, e siccome è Venerdì e sono stanco anche un po’ di rassegnazione.

Ma per fortuna Lunedì si ricomincia, e la rassegnazione si trasformerà nuovamente in rabbia e, come quei tanti che tirano avanti ancora questo paese, mi rimboccherò le maniche.

Share and Enjoy: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • Digg
  • del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Facebook
  • LinkedIn
  • TwitThis
  • Google Bookmarks
  • MySpace
  • YahooMyWeb
Tags: ,

Post correlati

ott 15th by marcelloorizi
05th

Intervista “Prossima Isola, l’avventura continua”

0

Ciao a tutti,
Rilancio con grande piacere l’intervista che mi è stata fatta da Antonio Savarese per la versione online del giornale DataManager (qui trovate una lista degli articoli da lui scritti per DataManager) e da lui titolata “Prossima Isola, l’avventura continua”.

Non avrebbe potuto azzeccare titolo migliore.
Infatti, portare avanti una startup è proprio un’avventura. Direi una lotta.

E l’obbiettivo è sempre da raggiungere… l’avventura continua.

Potrei dire che l’intervista è divisa in due parti distinte, una sulla nostra azienda ed una su una visione complessiva dell’innovazione italiana.
Mi piacerebbe ricevere qui i vostri commenti per quel che riguarda la seconda parte.

Ad Antonio va il nostro ringraziamento.

Share and Enjoy: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • Digg
  • del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Facebook
  • LinkedIn
  • TwitThis
  • Google Bookmarks
  • MySpace
  • YahooMyWeb
Tags: , , , ,

Post correlati

ott 05th by marcelloorizi
28th

Il resoconto del nostro percorso di Business Coaching

2

Rilancio con molto piacere il resoconto ( “case study” ) della nostra esperienza di Business Coaching che, chi frequenta regolarmente questo nostro blog, sa che abbiamo svolto all’inizio di questo anno, prima della nostra partenza per la Silicon Valley.

Per noi è stata la prima volta che abbiamo effettuato un percorso del genere e devo dire che alla fine il corso è stato sicuramente utile ed interessante.

Non mi dilungo in maggiori dettagli, e vi rimando alla lettura completa del resoconto scritto dal nostro coach Massimo Fancellu e pubblicato sul sito della sua società àgape consulting.

Un’applicazione pratica di business coaching: il caso Prossima Isola (PDF)

Share and Enjoy: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • Digg
  • del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Facebook
  • LinkedIn
  • TwitThis
  • Google Bookmarks
  • MySpace
  • YahooMyWeb
Tags: , ,

Post correlati

set 28th by marcelloorizi
27th

Nuovo esempio dell’utilità di WhereIsNow

0

Ciao a tutti,
Abbiamo cambiato ufficio, che bello, che bello… e i biglietti da visita? Devono essere aggiornati?

Non c’è bisogno perché tutti quelli a cui abbiamo dato i nostri biglietti da visita WhereIsNow, avranno a disposizione il nostro nuovo indirizzo automaticamente, scattando una foto al QRCode o inserendo su WhereIsNow le corrette chiavi di ricerca per Marcello e per Daniele.

Eccoli qui di seguito:

E, a proposito dei nostri biglietti da visita mi è tornato in mente questo ricordo della nostra esperienza in Silicon Valley.

Share and Enjoy: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • Digg
  • del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Facebook
  • LinkedIn
  • TwitThis
  • Google Bookmarks
  • MySpace
  • YahooMyWeb
Tags: , , , ,

Post correlati

set 27th by marcelloorizi
21st

Coworking: Co…ntacts & Co

2

Bel titolo, non sono proprio in forma
:-(

Ma mi serve per comunicare che Prossima Isola ha aderito alla rete Cowo.
Cosa significa tutto ciò? E perché lo abbiamo fatto?

Breve riassunto.
In questi mesi estivi non abbiamo alimentato il blog non solo perché ci siamo goduti le meritate vacanze (2 settimane), ma anche e soprattutto perché abbiamo portato a compimento la ristrutturazione del nuovo ufficio di Prossima Isola e il successivo recentissimo trasloco.
Daniele ha girato come una trottola fra elettricisti, idraulici, architetto, banca, parenti, amici e chi più ne ha più ne metta, ed alla fine è riuscito a fare terminare i lavori con un ritardo “accettabile”.
Il nuovo ufficio infatti è di sua proprietà o, come preferisce sottolineare lui, della banca per i prossimi 25 anni. E lo ha reso disponibile per Prossima Isola.

Ha fatto un grandissimo lavoro. L’ufficio è molto bello (nei prossimi giorni pubblicheremo delle foto) e soprattutto spazioso.
Appunto… spazioso. Che farcene di tutto lo spazio che abbiamo a disposizione? E qui viene fuori l’idea del coworking.

Coworking.
L’anno scorso, infatti, avevamo conosciuto Massimo Carraro, il responsabile del network Cowo, al Venture Camp di Mind The Bridge. In quella occasione, Massimo ci aveva parlato di questo progetto e noi lo abbiamo trovato veramente interessante.
Mai avremmo però pensato che un anno dopo avremmo aderito come ente ospitante di uno dei punti cowo italiani.
Di seguito una frase presa dal sito del Cowo, che spiega i vantaggi di diventare un ente ospitante coworking:
“Hai un ufficio? Hai qualche scrivania libera? Allora perché non provi a guadagnare qualche euro con il Coworking? E’ anche un modo per avere contatti professionali nuovi e stimolanti”

Il nostro Cowo.
Dal mese di Ottobre sarà possibile affittare una postazione tutta per se, dotata di ogni confort e senza le noie derivanti dal dover gestire le diverse utenze (pulizie, energia elettrica, ADSL, ADSL di backup, acqua, riscaldamento, condizionamento ).
Il tutto, soprattutto, in un ambiente dove circolano idee e contatti.
In questo blog abbiamo sempre detto che è dal confronto e dalla contaminazione fra diverse discipline che nasce l’innovazione.
Ebbene, per noi anche aderire al COWO è un segno che crediamo in tutto questo.

Ti aspettiamo.

… ovviamente l’invito è per coloro che lavorano a Sassari o per quelli che, durante le ferie estive in Sardegna, non trovano niente di meglio che trovare un ufficio dove lavorare.
:-)

P.S.:
Maggiori informazioni sul Coworking

P.P.S.:
Prossima Isola su Google Places: l’aggiorneremo con le foto nei prossimi giorni.

P.P.P.S:
Daniele, nei prossimi giorni, descriverà con maggior dettaglio le fatiche e la soddisfazione nel ristrutturare un luogo che per lui ha una valenza particolare.

Share and Enjoy: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • Digg
  • del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Facebook
  • LinkedIn
  • TwitThis
  • Google Bookmarks
  • MySpace
  • YahooMyWeb
Tags: , , , , , ,

Post correlati

set 21st by marcelloorizi
22nd

Deadline per Mind The Bridge

0

Ciao a tutti,
Ricordo che il 31 Luglio scadono i termini per partecipare alla business plan competition 2010/11 organizzata da Mind The Bridge.

Di seguito trovate l’email che ho ricevuto stamani da Marco Marinucci.

Forza, chi ha un’idea imprenditoriale si faccia avanti, la metta nero su bianco, e si lanci nell’inseguimento del proprio desiderio professionale.

Perché partecipare a Mind The Bridge? Guardate la nostra presentazione all’evento di Cagliari.

In bocca al lupo!!!

Dear friends,
this is a reminder that the deadline to submit the proposals  for the 2010/11 edition of the Mind The Bridge - Business Plan competition and -  Call for Ideas is fast approaching: JULY 31!
This year competition is accompanied by a number of highly stimulating prizes, on top of the usual goodies (training, presenting at Venture Camp event @ Corriere della Sera,  incubation in Silicon Valley).
We would  appreciate if you can give visibility to this opportunity to your network through your highly effective communication tools.

-
Marco Marinucci
Executive Director
Mind the Bridge Foundation
Pier 38, San Francisco (CA), 9410

Share and Enjoy: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • Digg
  • del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Facebook
  • LinkedIn
  • TwitThis
  • Google Bookmarks
  • MySpace
  • YahooMyWeb
Tags: , ,

Post correlati

lug 22nd by marcelloorizi
19th

Il parlamento ha bisogno di sviluppatori

0

Da leggere:
http://infovegan.com/2010/07/19/why-developers-should-run-for-congress

Clay Johnson elenca tutti gli ottimi, e secondo me evidenti, motivi alla base della necessità di mandare in parlamento molti più sviluppatori, rispetto a quelli che ci sono adesso (?).

Lui si riferisce al congresso americano… se solo sapesse lo stato del nostro parlamento.
;-)

Share and Enjoy: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • Digg
  • del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Facebook
  • LinkedIn
  • TwitThis
  • Google Bookmarks
  • MySpace
  • YahooMyWeb
Tags: , ,

Post correlati

lug 19th by marcelloorizi
15th

Il nostro viaggio in Silicon Valley

1

Ragazzi, è un bel po’ che io e Daniele avremmo dovuto riassumere la nostra esperienza in Silicon Valley con Mind The Bridge.
L’occasione ci è stata data lo scorso 25 Giugno quando a Pula, come sapete, si è tenuta una delle tappe italiane del Mind The Bridge Italy Tour presso gli edifici di Sardegna Ricerche.

Per quell’occasione, io e Daniele abbiamo preparato la seguente presentazione che è stata caricata sul canale youtube di ParcoPolaris, insieme a tutti gli altri video di quella bellissima giornata (un grazie alle persone di Sardegna Ricerche che si sono adoperate per il montaggio e la pubblicazione dei video).

Argomenti trattati: tutti cercando di non risultare pesanti
:-)

Ecco il nostro intervento, suddiviso in due video, l’audio non è ottimale e vi invito pertanto a sollevare il volume e mettervi le cuffie:

Share and Enjoy: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • Digg
  • del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Facebook
  • LinkedIn
  • TwitThis
  • Google Bookmarks
  • MySpace
  • YahooMyWeb
Tags: , , ,

Post correlati

lug 15th by marcelloorizi
14th

Quando investire in una startup web

1

Scrivo questo post per cercare di riflettere sul seguente articolo di Fred Wilson, uno dei più noti VC al mondo.
Scrivo perché mi serve anche per cercare di capire quanto ciò che viene detto in questo articolo si applichi alla nostra storia aziendale, al nostro servizio WhereIsNow.

Lascio a chi legge, decidere se prima leggere l’articolo o le mie considerazioni.

Cosa mi ha colpito del servizio?
Mi ha colpito prima di tutto una frase che, io stesso avevo scritto pari pari su StartupBusiness tempo fa, in seguito ad un post nel quale si affermava che oggi realizzare una startup web non richieda più capitali.
In quel mio commento io dicevo esattamete ciò che Wilson cita nel suo post riferendosi alle startup web:
“While many businesses require a lot less capital to start, they don’t require less capital to grow.”

Ovvero, come un imprenditore che ambia grosse ambizioni per il proprio servizio non possa esimersi da entrare in contatto con il mondo dei VC per cercare di raccontargli la storia che si ha in testa, da subito.
Farli, secondo me, già rendere partecipi del tuo disegno imprenditoriale. In sostanza, raccontargli dove, fra mille difficoltà, vuoi arrivare.
Questo perché, ad un certo punto, se l’azienda diventerà virtuosa (molto bello l’esempio di FourSquare citato al riguardo) avrà comunque bisogno di capitali per crescere.

Rimandare a quando?
Più o meno Wilson da la solita risposta che in Silicon Valley ho sentito nei commenti ad ogni presentazione di qualunque startup web: TRACTION.

Che significa? Significa che l’azienda, autofinanziandosi, deve arrivare ad avere i primi utenti paganti ed iniziare a mostrare come il business model sia effettivamente credibile.

Nel nostro caso questo in cosa si traduce? Nello schiacciare il piede sull’acceleratore per arrivare a questo punto nel più breve tempo possibile (WhereIsNow on Salesforce)… stiamo lavorando per questo!
;-)

Share and Enjoy: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • Digg
  • del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Facebook
  • LinkedIn
  • TwitThis
  • Google Bookmarks
  • MySpace
  • YahooMyWeb
Tags: , , , ,

Post correlati

lug 14th by marcelloorizi