16th

Los Angeles Lakers vs Mind The Bridge

6

No, non si stratta di una partita di basket!
Oggi avevamo 2 biglietti per vedere il mitico Kobe Bryant all’Oracle Arena di Oakland. I Los Angeles Lakers dal vivo…visti alla TV e sognati tante volte da ragazzi grazie ai commenti mitici di Dan Peterson.
Purtroppo ha vinto il Mind the Bridge
:-(

Purtroppo…si fa per dire…perché comunque oggi è stata una giornata ricca di emozioni.
Full immersion di incontri per migliorare la nostra presentazione in vista della gran finale di Stanford.
Ma andiamo con ordine.

Foto insieme a Matteo Fabiano...il nostro mentor

Foto insieme a Matteo Fabiano...il nostro mentor


Oggi finalmente tutte le startup finaliste dell’edizione 2010 del Mind the bridge si sono riunite in una sala riunioni di Google.
Ironia della sorte, mancava solo Tripshake che, nonostante il nome bene augurante, ha avuto problemi di viaggio
:-)

La giornata è iniziata con Praticia Roller. Un business angel che ci ha raccontato quali sono le differenze tra un Venture Capital e un Business Angel ma soprattutto quali sono i criteri di scelta per un investimento e il tipo di rapporto che si deve creare tra investitore e imprenditori.
Dopo il pranzo, ottima la cucina di Google, Elisabetta Ghisini, esperta di presentation skill, ha analizzato tutti i pitch delle aziende. Anche noi abbiamo fatto il nostro test. Ci sono arrivati consigli utilissimi ma la cosa che ci ha fatto più piacere è stato il fatto che è emerso che il nostro modello di business è migliorato notevolmente rispetto a quando siamo arrivati. Per noi questo è già un buon risultato.
Dopo Elisabetta è stato il momento di Matteo Daste, esperto legale che ci ha disegnato alcuni scenari possibili per aprire un’azienda in Silicon Valley.
Intervento interessantissimo in ottica di un’eventuale internazionalizzazione della nostra azienda.
Subito dopo Matteo è intervenuto Jim Mayock. Anche lui, come Matteo, è un esperto legale ma principalmente si occupa di permessi di soggiorno. Lui ha analizzato le possibili azioni nel caso in cui decidessimo di richiedere un permesso di soggiorno negli stati Uniti.
Questa giornata interessantissima è stata conclusa da Matteo Fabiano, nostro mentore, che ci ha dato alcuni consigli su come rapportarsi qui in Silicon Valley con le altre persone.
Le cose più importanti sono state: trasparenza, onestà, fiducia.
Ci ha anche spiegato spiegato quali siano gli ingredienti necessari per fare business qua. La cosa che più mi è rimasta impressa è una frase di Vinod Koshla: No problem, no solution, no company!
Fighissima
:-)

la serata si è conclusa, come vuole la tradizione, al Pub dove abbiamo consumato della buona birra, insieme a un buon rinfresco.
La giornata è finita…siamo già al letto…ma domani si ricomincia!
See you…improntari!

Relax al pub

Relax al pub

Share and Enjoy: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • Digg
  • del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Facebook
  • LinkedIn
  • TwitThis
  • Google Bookmarks
  • MySpace
  • YahooMyWeb
Tags: , , , , , , ,

Post correlati

mar 16th by danieleidini

6 commenti

  1. Matteo mantiene la sua italianità sempre: riconosci che è Italiano in quanto è l’unico nel raggio di centinaia di chilometri a vestire con la giacca ed è l’unico ad avere una Smart… :-)


    Luca



  2. Marce a questo punto non ti riamne che vincere!
    Mi raccomando: tira fuori tutto e giocatela fino alla fine.
    E ricorda: hai 3 tifosi in più che ti stanno guardando.
    Un salutone
    Marco, Martina e Michele


    Marco



  3. Ciao Daniele,
    sono un amico di Sheila e vi sto seguendo già da qualche mese.
    La vostra idea è veramente innovativa, è realmente un ottimo prodotto.
    Ricordatevi che un ottimo prodotto ha bisogno anche di essere venduto bene.
    Qua in italia ci sono dei venture capitalist ma purtroppo pochi business angel.
    Io sono un laureando in direzione aziedale e per qualsiasi tuo dubbio in ambito economomico (finanziario, marketing, commerciale e amministrativo) non esitare a contattarmi.
    Per modello di business intendi un business plan?
    Se ti va contattami via mail, credo in voi e voglio darvi una mano.
    Ciao.
    Giulio Secchi.


    Giulio



  4. @marco non mi dispiacerebbe, ma ci sono altre aziende davvero valide e con un business un po’ più consolidato del nostro. Noi abbiamo in un certo modo già vinto, perché questa esperienza è stata stupenda fin qui.
    Dai un bacione a Michele e a Martina.

    @giulio ciao e grazie per la proposta di aiuto. Ci sentiremo sicuramente appena rientremo in Italia.


    marcelloorizi



  5. @marco ciò non toglie che ce la giocheremo fino in fondo, stanne certo!!!


    marcelloorizi



  6. Era quello che vi volevo sentire dire!


    Marco



Leave a Reply