03rd

I cocci, il mercato… diventeremo grandi

8

Che titolone.
;-)

Cosa significa tutto ciò? Mah, semplicemente che vogliamo parlare chiaramente, nessuna paura di ammettere quali sono le nostre attuali difficoltà e lo stato d’animo che stiamo vivendo durante questa nostra incredibile esperienza in Silicon Valley.

I Cocci
Di quali cocci sto parlando? Di tutti quelli che abbiamo rotto in queste due settimane. Arrivi in America, sei convinto di una cosa, ti confronti, valuti cosa fanno gli altri, ricevi un sacco di feedback e ripensi a tutto quello che hai fatto.
Di come ti eri illuso di distruggere un mercato, di imporre una piattaforma, del fatto che in giro nel mondo ci sono un sacco di persone ultra capaci e che non aspettano altro che integrare le loro applicazioni con la tua piattaforma.
E figurati in Silicon Valley, dove mangiano pane e tecnologia.
Cosa scopri invece? Che la tecnologia è un pezzo necessario ma non sufficiente (LinkedIn), che una azienda si pensa sul cliente (Facebook), che il tuo business lo deve capire anche tua madre (TUTTI), che deve fare una cosa, una, semplice da spiegare.
Facile no? E c’era bisogno di andare in Silicon Valley per questo? Sì, c’era bisogno perché qui tutto questo è portato agli estremi.
Vai giù di morale, ripensi per l’ennesima volta a tutti gli sforzi fatti da te e dal tuo gruppo di lavoro e ti sembra di non averne azzeccata una… invece…

Il mitico biliardino di Funambol

Il mitico biliardino di Funambol


Il mercato
Invece capisci che hai avuto una botta di C ad essere potuto venire qui proprio in questo momento, che qui puoi capire dove rigirare il tuo business. Che tutto ciò che hai fatto fino ad oggi è la base sulla quale creare il target finale, ma che devi dimostrare la bontà della tua idea attraverso un’applicazione a prova di mamma (scusa ma’, ma si sa che le mamme non sono solitamente così avanzate tecnologicamente).
E devi capire chi sono le mamme tipo a cui vuoi vendere il tuo prodotto/servizio/feature/plugin/coso.
Su questo lavoriamo intensamente ogni giorno. Sono sicuro che alla fine arriveremo alla finale del MTB pronti.
E allora ringrazi davvero di essere in finale al Mind The Bridge perché Matteo Fabiano ti riempie di consigli utilissimi, molto diretti e concreti. Esci dalla riunione con l’ansia di trovare i dati di mercato che ti servono, ma soprattutto di capire chi non può fare a meno della tua soluzione.
Poi metabolizzi, ragioni sopra, le pensi davvero tutte. Ti senti quasi drogato.
Parli con Daniele e ti scaldi: “chi ne ha bisogno? E se facessimo così? Non fare il tecnologo, non facciamo il solito errore biiiiiiipp”
Ma stai carburando, senti che ci sei quasi, Daniele è carico, tu stai riprendendo giri, servirebbe solo un pizzico di adrenalina, l’esempio di chi ce l’ha fatta.

Diventeremo grandi
E così capita che vai a trovare Fabrizio Capobianco, l’esempio per noi startupper italiani che sognamo in grande.
In questo blog parliamo di cultura dell’esempio, raccontando anche l’esempio di chi oggi è piccolo e ci sta provando (noi). In questo caso, invece, Fabrizio rappresenta chi ce l’ha fatta.
Lui ti dedica un sacco di tempo, ti parla della sua esperienza, di cosa funziona e cosa no. Ascolta la tua presentazione dopo che per email ti aveva avvisato che ti avrebbe distrutto e così in effetti fa dal vivo, però…
Però più ti fa osservazioni e più ti sembra che ce la puoi fare, sarà una forma di masochismo tecnologico, ma funziona proprio così, ti stai chiarendo le idee.
Poi il suo modo tremendamente informale ti mette a tuo agio, ti sembra di avere parlato con lui di sync, update, tecnologie e MERCATO praticamente da sempre.
E ti sembra di non avere più via di uscita, ce la farai per forza.
Esattamente come i primi coloni che, arrivati con la barca, la bruciavano perché così non c’era più la possibilità di tornare indietro.
Ragazzi (in ufficio) preparatevi perché Daniele ed io stiamo appiccando il fuoco alla nostra barca!!!

Foto con Fabrizio Capobianco dopo lincontro

Foto con Fabrizio Capobianco dopo l'incontro

Share and Enjoy: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • Digg
  • del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Facebook
  • LinkedIn
  • TwitThis
  • Google Bookmarks
  • MySpace
  • YahooMyWeb
Tags: , , , , ,

Post correlati

mar 03rd by marcelloorizi

8 commenti

  1. Rileggendo questo post, ho rivisto io e te che parlavamo nel mio ufficio. Se ricordi, una delle cose che mi aveva colpito del vostro servizio era il fatto che non avevo ben capito come funzionasse e che mentre tu parlavi di “chiavi” per ritrovare il documento, pensavo che mia madre avrebbe pensato alla porta… Sono contento che l’effetto Silicon Valley vi abbia fatto accendere una lampadina su questi temi…


    luca



  2. Caro Marce, vorrei dirti due parole ma….non ne ho, I’m speechless.
    Capisco a pieno e a fondo quello che dici.
    Al massimo, per non offendere tua mamma, usa me come cavia, se capisco io di tecnologia, siete a cavallo.
    Ciao
    Rita


    Rita



  3. raramente ho letto post “carico” come questo… mi piace davvero molto la tenacia che state dimostrando! Bravi ragazzi! Ricordatevi di diffondere il “verbo” quando tornerete.


    Mauro Rubin



  4. Te lo avevo detto che le terminologie erano troppo difficili da capire per chi non è alla “vostra altezza “!!! e poi qualche mamma e (zia) che si interessano un pochino ad internet ci sono !!!!! ciao Marci un baciooooooooooo zia Carmela


    Carmela



  5. [...] ho finito di scrivere il post “I cocci, il mercato… diventeremo grandi“, siamo scappati alla cena di arrivederci dei ragazzi del Fullbright BEST che, avrete capito, [...]


    Networking senza calze



  6. Non so perché, ma leggendo l’ultima frase “Ragazzi (in ufficio) preparatevi perché Daniele ed io stiamo appiccando il fuoco alla nostra barca!!!” ho sentito un brivido lungo la schiena… :-)


    Rossella



  7. Grazie per avermi dato di quello che cella’ fatta, magari!!!

    Forza ragazzi, dateci dentro. “Success is 10 percent inspiration and 90 percent perspiration”. Cioe’, bisogna farsi il culo e poi si arriva :-)

    E bruciamo ’sta barca.

    capo


    Fabrizio Capobianco



  8. [...] Cosa ci siamo messi a fare? Ancora meetings e raccolta di cocci (vedi post I cocci, il mercato… diventeremo grandi!!!) [...]


    Per osmosi



Leave a Reply