06th

Calo di energia

6

Che fare? Che fare quando, dopo un mese e mezzo passato in Silicon Valley, ti ritrovi nel tuo ufficio il Martedì dopo Pasqua con una caterva di cose da fare e con un fisico che non ne vuole sapere?
Sarà “Aprile dolce dormire”, saranno i clienti che giustamente reclamano attenzione, saranno gli equilibri economici dell’azienda da controllare, sarà che diverse persone pensano che abbiamo svoltato e quindi ti arrivano richieste da parte di persone che cercano un lavoro in una terra che non splende attualmente di ricchezza.
Il mio fisico non reagisce, OFF.

Ho provato con il caffé, ne prenderò adesso un altro, ma non credo che il problema si risolverà.
Per esperienza, cerco di sbrigare tante piccole cose, tipo ricontrollare tutta l’intasatissima posta elettronica, in attesa che un po’ di energia venga a galla.

Quando ci trovavamo ancora in America, con Daniele prospettavamo spesso il nostro rientro al lavoro. Come sarà? Cosa avranno fatto i ragazzi? Sarà tutto sotto controllo? Quanto ci peserà?
TANTO

Stasera non c’è nessun incontro sul Freemium vs Premium o nessuna presentazione da fare in lingua inglese, non c’è un evento nel quale conoscere un sacco di persone e con le quali confrontarsi. Qui adesso c’è solo un sacco di lavoro da fare.
:-(

Adesso vado, il mio stato d’animo negativo ve l’ho trasmesso.
E il vostro stato d’animo com’è?
Ditemi che anche voi siete stanchi e non ne avete voglia e che è tutta colpa del pranzo di Pasqua e della primavera.
Vi prego!

Share and Enjoy: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • Digg
  • del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Facebook
  • LinkedIn
  • TwitThis
  • Google Bookmarks
  • MySpace
  • YahooMyWeb
Tags: ,

Post correlati

apr 06th by marcelloorizi

6 commenti

  1. Si chiama mal d’America… Capita, già provato ;-)


    Luca



  2. Grazie Luca,
    sospettavo fosse una cosa del genere….ma ora abbiamo la conferma.

    E’ veramente dura
    :-)


    Daniele



  3. …anche detto shock culturale inverso, fenomeno frequente al ritorno dagli Stati Uniti…passerà…


    Antonella



  4. Penso che anche il lauto pranzo di Pasqua abbia svolto il suo (porco) compito :) )


    Serena



  5. Sindrome da Post-Pasquetta, una serie mortali di mangiate che hanno come ciliegina sulla torta una giornata massacrante di ulteriori mangiate e (modesta) attività fisica! Stamattina non sapevo nemmeno dove mi trovavo!!


    Diego S.



  6. Massi suggerisce ” E meno male che siete ad Alghero. Pensa se il rientro fosse stato a Como”. E non ha tutti i torti.
    Ciau


    Rita



Leave a Reply