24th

California (mini)RoadTrip

5

Martedì…domani salutiamo la California (torneremo tra qualche giorno ma solo di passaggio in aeroporto).
Mi trovo nella nostra camera d’albergo seduto davanti alla scrivania con l’iPod nelle orecchie e ascolto la mia playlist americana.
Fuori un bel sole caldo e dentro le valigie sul letto clamorosamente pronte con addirittura un giorno di anticipo.
Triste…si, sono proprio triste!
Eppure non dovrei esserlo, domani si parte per New York, città bellissima che non ho mai visto, e tra poco tornerò in Italia e nella mia Sardegna che tanto mi manca.
E’ vero, l’Italia è un paese estremamente conservatore che male si sposa con l’innovazione, la Sardegna è una regione chiusa in se stessa ma vale veramente la pena viverci.
Mi manca il cibo italiano, il caffè e le abitudini tanto criticate ma ben radicate dentro di me.
Allora perché sono triste???
Credo che questo viaggio mi abbia segnato più di qualunque altro io abbia mai fatto.
Crescita professionale enorme. Si, in un mese ho imparato più cose di quante ne abbia imparato da quando abbiamo aperto l’azienda. Ci sono cose che non si possono imparare sui libri di scuola e che in Italia è molto difficile imparare anche con una pluriennale esperienza.
Qua sei in gioco tutti i giorni, non è importante come ti vesti, da che nazione vieni, di che religione sei o se sei ateo. Ci sono solo un paio di regole basilari che provo a riassumere brevemente.
Devi dimostrare di avere grandi competenze, devi saper comunicare bene senza troppi fronzoli (e in Italia in quanto a fronzoli siamo molto esperti) e devi arrivare subito al punto.

Questa è certamente la regione dove i “massimi esperti” sono realmente i massimi esperti. Tutti ti danno ascolto, 10 minuti, mezzora a volte un’ora…ma tutti ti ascoltano. Magari stai parlando veramente con un massimo esperto…e lui è in maglietta, in jeans e siete seduti in un bar con una birra o un caffè davanti. Molto tranquillamente! Ti ascolta, ti da i suoi consigli. Non parte prevenuto per il fatto che tu sei uno sconosciuto di 20 anni (non è il mio caso)…per lui non sei un ragazzino…sei un’opportunità!
Si, un’opportunità…questa è la sostanziale differenza! Nessun pregiudizio.
Come funziona in Italia? Non sto neanche a dirvelo…sapete già la risposta!
La vostra risposta è il reale motivo della mia tristezza!
Devo dire che mi mancheranno anche le temperature molto gradevoli di questa zona (qua si va già in giro in maglietta a maniche corte), il sole, il mare e l’oceano.
In Sardegna abbiamo un mare meraviglioso, colori e profumi meravigliosi però l’oceano ha il suo fascino. La grandezza della natura davanti ai tuoi occhi. Fa venire i brividi!
Ora sono certo che questa partenza rappresenta per il sottoscritto solo un arrivederci…California, tornerò!

Trattandosi dell’ultimo giorno in California voglio ringraziare le persone che hanno permesso e ci hanno aiutato in questo viaggio.

Ringrazio gli sponsor che ci hanno dato una mano considerevole…li ringrazio per l’aiuto ma soprattutto per l’entusiasmo che hanno dimostrato nel volerci aiutare…chapeau!

Ringrazio i nostri amici in Sardegna che con grande attaccamento alla maglia (per utilizzare il gergo calcistico) ci hanno dato il loro contributo…chapeau!

Ringrazio tutti gli organizzatori e le persone che ruotano intorno a Mind the Bridge. Nomino solo Marco per non fare torto a nessuno (potrei dimenticarmi qualcuno)…chapeau!

Ringrazio i ragazzi che lavorano con noi e che in questo periodo si stanno smazzando tanto lavoro…li nomino tutti (in ordine sparso)…Giaseppe A, Giuseppe I, Stefano, Rossella (unica donna), Carlo, Giancarlo, Gianfranco, Ettore…a tutti…chapeau!

Ringrazio il mio caro amico, socio, compare Marcello..che conosce l’inglese meglio di me ed è stato il portavoce a Stanford per aiutarci ad inseguire il nostro sogno…chapeau!

Ringrazio le altre startup che sono venute qua e con le quali si è creato in poco tempo un grande affiatamento…chapeau!

Ringrazio i ragazzi del Fulbright BEST che ci hanno fatto ambientare qui alla grande…chapeau!

Ringrazio i miei genitori e non c’è bisogno di spiegare il perchè…chapeau!

Ringrazio mia nonna che ora non c’è più ma che ha permesso l’avvio della mia carriera professionale ospitando il mio primo ufficio in casa sua…ciao Nonna!

Infine, the last but not the least, ringrazio proprio voi…eh si! Questo blog nato per gioco ma che invece si sta dimostrando un grande successo grazie a tutti voi che ci seguite giornalmente con trepidazione…
GRAZIEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE

Oh, ma il titolo dice “California (mini)RoadTrip”…già!
Torno crudelmente alla filosofia di questo blog…viaggio, avventura, innovazione e…risate.
Questo weekend io e Marcello abbiamo fatto un giro per le coste californiane in direzione sud. La tentazione è stata quella di proseguire fino a Los Angeles….ma ci siamo fermati molto prima. Abbiamo raccolto dei contributi video che vi mostriamo (a causa della lunghezza abbiamo dovuto spezzare il video in due parti).
Se avete 10 minuti…godetevi un po di California anche voi….sempre a modo nostro! Io e Marcello che discutiamo di musica, arte, letterattura ed altre auliche discipline.
Buona visione
:-)
See you California!

Se la prima parte vi è piaciuta…guardate la seconda
:-)

Visto che siamo in tema…vi lascio anche questo link!
http://www.youtube.com/watch?v=wq-S8CIU7VA

Share and Enjoy: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • Digg
  • del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Facebook
  • LinkedIn
  • TwitThis
  • Google Bookmarks
  • MySpace
  • YahooMyWeb
Tags: , , , , ,

Post correlati

mar 24th by danieleidini

5 commenti

  1. Ciao Daniele,
    non essere triste, su con la vita, d’altronde le opportunità non mancheranno, questa è stata solo la prima ( grandissima opportunità d’altronde ).
    Io credo in voi, vi conosco e so che tipo di persone siete, siete persone moltoooo in gamba.

    Dai che ce la fate.

    Chapeau.

    Cristian


    cristian baldinu



  2. Appunto, non è detto che non ci ritornerete. Si tratta in fondo solo di un arrivederci ;) bravissimi ragazzi, non vediamo l’ora di riabbracciarvi!


    Serena



  3. Bravissimi, unici, grandi.La Sardegna si arrichisce sempre di più con il vostro progetto.A prestissimo……. Nunzia.


    Nunzia



  4. Riporto una tua frase “per lui non sei un ragazzino…sei un’opportunità!”
    Credo che ci abbia dato la misura di ciò che intendevi e di ciò che in Italia non va.
    o meglio non va nel “vecchiume” direi. Ma i giovani credo siano differenti e anche voi con la vostra esperienza lo dimostrate.
    Non siate malinconici ma FELICI, pensate a quanti non hanno avuto la Vostra opportunità e godetevi questi ultimi giorni in Clifornia.
    Se scrivete fino alla fine ce li godremo anche noi.


    Rita



  5. Beh, non potevate non visitare il Big Sur… :-)


    Luca



Leave a Reply